SEGRETO n°4 – IL LABIRINTO DEI DOCUMENTI

Finora abbiamo visto quali strategie ci possano aiutare nel vendere una casa.

Immaginiamo che tu abbia un acquirente davvero interessato al tuo immobile e che sia disposto a comprarlo a un prezzo che tu ritieni molto conveniente per te: ora devi predisporre tutta la documentazione ai fini della vendita. Si tratta di un mondo fatto di scartoffie burocratiche e normative che rappresentano un vero e proprio labirinto per chi non è del settore e si trova per la prima volta ad avere a che fare con queste documentazioni.

I documenti necessari per l’atto di compravendita

Per vendere casa é importante sapere quali sono i documenti necessari di cui il notaio avrà bisogno per predisporre un atto di trasferimento dell’immobile. Da subito, è bene controllare di possederli tutti e di non farsi trovare impreparati al momento finale della vendita.

Alcuni documenti richiesti sono comuni per l’acquirente e per il proprietario mentre altri sono richiesti nello specifico alle singole parti.

Partiamo dai documenti piú semplici che sia l’acquirente che il venditore devono consegnare al Notaio:

Dati anagrafici : fotocopia della carta d’identità in corso di validità e del codice fiscale;

Certificato che attesti lo stato civile o il regime patrimoniale, piú precisamente:
– se persona libera di stato (celibe/nubile/vedova): certificato di stato libero/di vedovanza (in carta libera);
– se persona coniugata: estratto di matrimonio (in carta libera da chiedersi presso Comune ove si è celebrato il matrimonio);
– se persona separata: estratto di matrimonio e verbale di omologa della separazione;
– se persona divorziata: certificato di stato libero (se il divorzio è recente occorre la sentenza di divorzio);

Permesso di soggiorno o carta di soggiorno – (solo per extracomunitari residenti in Italia).

Conclusi i documenti comuni alle due parti, ci concentriamo sui documenti richiesti al venditore:

Atto di provenienza: fotocopia integrale dell’atto notarile di acquisto, donazione, divisione o altro, oppure della dichiarazione di successione;

Documentazione catastale: planimetrie catasto fabbricati, estratti di mappa, eventuali variazioni catastali e frazionamenti; Copia della licenza o concessione edilizia o permesso di costruire iniziale (se l’inizio della costruzione è posteriore al 01/09/1967); Schede catastali (come detto in precedenza) che rispecchiano lo stato di fatto attuale dell’immobile;Qualora fossero state apportate modifiche catastali, urbanistiche o edilizie (anche ristrutturazioni) occorre tutta la relativa documentazione, ovvero: schede catastali anteriori alla modifica documentazione presentata/rilasciata dal Comune ed eventuali copie delle concessioni edilizie o permessi di costruire – anche in sanatoria – o delle domande di concessione o di permesso in sanatoria e delle denunce di inizio attività (DIA).

Certificato di agibilità/abitabilità: é un documento che attesta il verificarsi delle condizioni di sicurezza, igiene, salubritá di un immobile e dei suoi impianti, sulla base delle prescrizioni della normativa vigente;

Attestato di prestazione energetica: é un documento che descrive le condizioni energetiche di un edificio, di un’abitazione o di un appartamento;

Liberatoria condominiale.

A questo punto penserai che i documenti sono tanti. Ebbene, non sarai contento di sapere che non li abbiamo elencati neanche tutti!

Riconosciamo che si tratta di una fase delicata in cui si rischia non solo un crollo di nervi ma anche di incappare in errori che possono compromettere la validità del contratto di vendita. Infatti, non è solo impegnativo dover recuperare tutta la documentazione che serve. Il rischio che qualcosa vada storto, che qualche documento non sia stato aggiornato e quindi necessiti di ulteriori procedure è alto.

Per fare solo un esempio: per poter aggiornare la planimetria conservata presso il catasto è necessario l’intervento di un tecnico autorizzato, che dovrà redigere una piantina catastale dell’immobile nuova e, soprattutto, conforme all’effettivo stato dei luoghi, per poi procedere alla sua registrazione presso il catasto.

Se hai trovato utile questo articolo,

lascia un commento qui sotto o condividilo con i tuoi amici e lascia un like!

Geom. Celestino Sale

Contatta subito l’agenzia Termoli Real Estate ai seguenti recapiti:

  • Contatto telefonico: 346 63 47 218;
  • http://www.termolire.it
  • info@termolire.it
  • Pagina Facebook: Termoli Real Estate – Case al mare

Ti aspettiamo a Termoli, in Piazza Melchiorre Bega n° 40/B, piano primo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...